E’ arrivato OL4: cosa cambia ?

Ai primi di febbraio è uscita la nuova release 4.0 di OpenLayers e molti si saranno preoccupati pensando che cambiava di nuovo tutto (librerie, API), come era successo passando dalla versione 2 alla 3. Vi tranquillizzo subito: non è così!

OpenLayers 4.0

Questo vuol dire che il codice scritto in OL3 va in generale ancora bene, tranne piccole differenze, anche se si caricano le librerie delle versione 4.

L’incremento del numero “major” della release, è stato scelto solo per attenzionare gli utenti che sono stati fatti dei cambiamenti radicali (breaking changes) per quanto riguarda i seguenti elementi della API:

  • Semplificazione del metodo fit(..) della classe ol.view che serve per adattare le dimensioni della view in base alla mappa che deve contenere. Mentre prima era necessario specificare le dimensioni della mappa, ora vengono considerate di default quelle della prima mappa visualizzata. Si può specificare diversamente, indicando delle dimensioni diverse nel secondo argomento del fit(..).
  • Solo stati eliminati la funzione ol.animation ed il metodo map.beforeRender(..) che servivano per realizzare delle animazioni sulla vista mappa; degli esempi di come funzionava li potete vedere qui. In sostituzione ora bisogna usare view.animate(..).
  • E’ stato rimosso il metodo unByKey(..) che serviva per cancellare un listener di evento, tramite la sua key, ed è stato sostituito dalla funzione equivalente ol.Observable.unByKey(..).

Oltre a questi cambiamenti, è stata semplificata la configurazione del metodo ol.source.Zoomify(..) usato per accedere un servizio di map tiles tramite il suo URL; precisamente ora è consentito che l’ URL possa essere specificato nel formato URL template contenente dei placeholders {..}, per capirci del tipo:
https://{a-f}.example.com/cgi-bin/iipsrv.fcgi?zoomify=/a/b/{TileGroup}/{z}-{x}-{y}.jpg

Beh, come si può vedere si tratta di cambiamenti minimi! Possiamo continuare tranquillamente a sviluppare come si è fatto fin’ora con OL3.

L’altra novità degna di nota, che entra in vigore a partire da questa nuova 4.0,  è di tipo formale e riguarda il modo con cui verranno numerate le future release di OpenLayers; verrà adottata la cosidetta numerazione semantica ovvero major.minor.patch” dove:

  • major aumenta quando si hanno cambiamenti della API che rendono la nuova versione non retro-compatibile;
  • minor aumenta quando vengono aggiunte nuove funzionalità, ma si conserva la retro-compatibilità;
  • patch aumenta quando vengono solamente corretti dei bugs, ma resta tutto come nella precedente versione.

Questo è tutto. Naturalmente se volete conoscere nel dettaglio quali sono tutte le altre novità presenti nella 4.0, vi consiglio di andare a leggere la pagina del changelog.

condividi: