Copernicus Open Access Hub

Copernicus open access hub

Il Copernicus Open Access Hub è il servizio del progetto europeo Copernicus, tramite cui si possono accedere e scaricare i dati “open” forniti dai satelliti  Sentinel (1 2 e 3), secondo quanto stabilito dall’ESA il 15 novembre 2013; i termini di utilizzo sono specificati nelle relative Legal Notice.

Come è risaputo questi satelliti, messi in orbita dall’ESA a partire dal 2014,  forniscono immagini radar ed ottiche ad alta risoluzione del nostro pianeta:

  • Sentinel-1 è una missione radar in grado di operare giorno e notte in ogni condizione atmosferica, per servizi di osservazione su terra e mare; è attualmente basata su due satelliti: S-1A lanciato ad aprile 2104 e S-1B lanciato ad aprile2016;
  • Sentinel-2 è una missione ottica multi spettrale  per il monitoraggio in alta risoluzione del territorio. Fornisce immagini della copertura vegetale, del suolo e dell’acqua, nonché informazioni in caso di emergenze (per es. terremoti); attualmente è basata su due satelliti: S-2A lanciato a giugno 2015 e S-2B lanciato a marzo 2017;
  • Sentinel-3 è una missione multi-strumentale per la misurazione di variabili come la topografia della superficie del mare, la temperatura del mare e del suolo con alta precisione e affidabilità; è attualmente basata su un solo satellite: S-3A lanciato a febbraio 2016. Il lancio del secondo satellite S-3B è previsto nel 2018.

Ulteriori dettagli sui dati satellitari disponibili ed altre informazioni sull’uso del servizio sono in questa pagina: open access hub user guide.

Nella home page troviamo l’accesso a questi dati organizzato in tre Hub distinti:

Sentinel data hub

  • il principale è Open Hub che riguarda i prodotti di Sentinel 1 (sia 1A che 1B) e di Sentinel 2A
  • S-2B PreOps-Hub riguarda i prodotti di Sentinel 2B
  • S-3 PreOps-Hub riguarda i prodotti di Sentinel 3 (l’unico già in orbita S-3A)

I due PreOps-Hub riguardano i dati forniti dai satelliti nella cosiddetta fase pre-operativa (essendo quelli lanciati più di recente). Praticamente la maggiore differenza rispetto alla fase operativa, è che i dati sono prodotti senza punti di controllo a terra; in ogni caso l’errore possibile è minore di 10 metri.

Sia l’Open Hub che i due Pre-Ops Hub funzionano con la stessa GUI interattiva per la ricerca dei prodotti; la differenza sta nelle modalità di acceso: per l’ Open Hub è preventivamente richiesta la registrazione (SIGN UP) che comunque è gratuita, per i Pre-Ops Hub invece si usano delle credenziali generiche (guest).

scihub signupDopo aver fatto “login” è possibile usare le funzionalità di ricerca che, come già detto, sono le stesse in tutte e tre le interfacce (l’Open Hub e i due Pre-Ops Hub). Si possono usare:

  • criteri di ricerca testuali,
  • criteri di ricerca avanzata
  • l’area geografica d’interesse sulla mappa (box o poligono).

E’ anche possibile usare in combinazione l’area localizzata sulla mappa e i criteri testuali (semplici o avanzati).

Se la ricerca ha esito positivo, vengono elencati i prodotti trovati; per ciascuno sono visualizzate le informazioni che li riguardano e, quando possibile (quasi sempre) anche un’anteprima. Sulla mappa inoltre, vengono visualizzati i quadri relativi alle loro proiezioni sulla superficie terrestre (footprints). Naturalmente poi è possibile scaricare i prodotti (file .zip) singolarmente oppure aggiungendoli ad un “carrello della spesa” per poi scaricarli insieme.

Un avvertimento per quanto riguarda la ricerca testuale: non si possono usare parole qualsiasi (… la ricerca non vi restituirà nulla!) ma dei filtri scritti secondo determinate regole che trovate descritte qui: full text search. Eventualmente è preferibile usare la ricerca per area localizzata sulla mappa.

 

condividi: