geodati.gov.it

Repertorio nazionale dati territoriali

Il RNDT costituisce il catalogo nazionale dei metadati riguardanti i dati territoriali e i servizi ad essi relativi disponibili presso le Pubbliche Amministrazioni (P.A.) e si configura, altresì, come registro pubblico di tali dati, certificandone l’esistenza attraverso la pubblicazione dei relativi metadati.

Il RNDT è stato istituito con l’obiettivo di facilitare l’individuazione e l’utilizzo dei dati territoriali prodotti e gestiti dalle P.A., sia per favorirne la condivisione tra le stesse P.A. che per agevolarne la fruizione da parte dei cittadini e delle imprese. In pratica assolve a due funzioni principali:

  • permette alla P.A. di inviare al RNDT i metadati che descrivono i dati territoriali e i relativi servizi di cui sono responsabili;
  • consente la consultazione pubblica dei metadati, sia attraverso le sezioni del portale riservate alla ricerca accessibile e tramite navigatore geografico, che tramite servizio CSW.

da utilizzatori ovviamente, ci interessa solo la seconda.

Per essere più chiari, dal RNDT non si possono accedere ed eventualmente scaricare (se è possibile) i dati territoriali stessi, ma solo i rispettivi metadati che, secondo quanto prescrive il Regolamento (CE) n. 205/2008 (in ottemperanza alle direttive INSPIRE), li descrivono compiutamente. Poi, tra le informazioni contenute nei metadati, ci sono anche quelle riguardanti la “distribuzione” e quindi la possibilità di andarli a reperire.

Dal 12 aprile 2018 è online il nuovo portale RNDT raggiungibile al dominio geodati.gov.it. La versione 2.0 del portale si rinnova nel design, coerente con le “Linee guida di design per i servizi web” della PA, e presenta nuove funzionalità per facilitare l’accesso e l’utilizzo, da parte degli utenti, ai metadati su dati e servizi territoriali disponibili e migliorare le operazioni di popolamento del Repertorio da parte delle amministrazioni.

Nel nuovo portale, inoltre, è attiva l’esportazione dei metadati in diversi formati (tra gli altri, Json e Atom) e la possibilità di integrare i propri dati con dati derivanti da servizi di rete esterni o accessibili attraverso il catalogo. È garantita la consultazione anche tramite API REST, oltre allo standard CSW ed è prevista l’integrazione con gli altri cataloghi dei dati della PA italiana al fine di garantire coerenza tra la policy dei dati di geolocalizzazione con le policy di Open Government.

URL: geodati.gov.it

se questo articolo ti è piaciuto condividilo: